Gros Ventre Area: Magellano's contribution on a world project
HomeIl ProgettoI MembriGérard DelacroixVincent DavenasSupporto TecnicoSupporto TecnicoPierre GrandvilliersGary BishopBruno RimlingerDave StevensDocumenti

Dave Stevens

Abito sulla riva dei Grandi Laghi, nell'Ohio, la vecchia frontiera francese, negli Stati Uniti. La mia formazione professionale è di disegnatore e tipografo “grafico designer”. Lavoro attualmente nella mia impresa familiare. Questa piccola impresa si chiama Lumber Yard e fornisce legname per modellisti. Ho costruisco dei modelli durante praticamente tutta la mia vita e conta, a tutt’oggi, centinaia di modellini in scala ridotta costruiti per i miei clienti ed il mio piacere. La maggior parte dei miei progetti sono condotti a partire da ricerche personali e realizzo tutti i miei piani.

Il mio interesse per il modellismo risale a giovane età, tuttavia il mio inizio nella costruzione di modelli navali ha avuto luogo attorno al 1978, con la creazione di un'associazione; “The Great Lake Society of Model Shipwrights” al “Inland Seas Maritime Museum” per un piccolo gruppo di modellisti. Tenevamo degli incontri al Museo e pubblicavamo un bollettino periodico chiamato “Main Wale” (Préceinte). Questo piccolo gruppo è cresciuto fino a contare circa 130 membri e durante 25 anni si tenevano delle esposizioni e conferenze mensili. Avevamo costruito un laboratorio dove davamo dei corsi di costruzione e partecipavamo a diversi progetti di gruppo. Oggi, il laboratorio esiste ancora, il nome del gruppo è cambiato ed il numero di membri è molto diminuito al punto che le attività sono praticamente cessate. Durante questi 25 anni al Museo, ho avuto la fortuna di avere a mia disposizione una biblioteca marittima completa ed ho passato numerosi giorni a leggere ed a studiare innumerevoli libri, dossiers e piani.

Oltre a queste risorse avevamo tra noi i modellisti più conosciuti; Aroldo H. Hahnn e Robert Bruckshaw. Robert aveva l'abitudine di aprire le porte del suo laboratorio personale ai membri ed io ho potuto guardarlo costruire i suoi modelli di arsenale ed apprendere dunque le sue tecniche di studio dei piani. Il Museo aveva anche un centro di immersione dove potevo incontrare i sommozzatori per parlare delle loro scoperte su certi relitti e così apprendere molto sulla antica costruzione navale.

La LumberYard per modellisti ha esordito col nostro gruppo. Bisogna riconoscere che i fornitori acquistavano il loro legno in grandi quantità e non volevano custodire indefinitamente le essenze esotiche, risultato,: bisognava acquistare dunque tutto. Avevamo deciso allora che il nostro gruppo avrebbe fatto degli acquisti di legno all’ingrosso affinché tutti i membri potessero approfittarne, ma dopo alcuni ordini ci siamo resi conto che ne avevamo più dei nostri bisogni. Questa idea fu allora abbandonata. Col passare degli anni il numero di membri è diminuito finché il gruppo si è quasi sciolto ma ho continuato personalmente ad aumentare la mia collezione di essenze, ed a partecipare benevolmente alle attività della biblioteca.

L'impresa Lumber Yard restava nel commercio a tempo parziale e durante una quindicina di anni mi ha permesso di entrare in contatto con migliaia di modellisti. Ad un certo punto ho deciso di mettere a punto un Kit, di apprendere l'uso del software CAD e di tagliare i pezzi del kit al laser con l'aiuto di Steve Owen proprietario del Double O laser. Oggi la Lumber Yard è un affare a tempo pieno perché le mie capacità di disegnatore sono state sostituite dal computer essendo il modellismo navale la mia vera passione.
Per ciò che riguarda il futuro, conto di produrre alcuni kits. Il mio interesse è sui Grandi Laghi e la diversità di navi che esistevano. Uno dei miei progetti attuali è un vascello inglese da 40 cannoni costruito durante la guerra del 1812 a Kingston. La Princess Charlotte (40) è in corso di lavorazione; disegno dei piani e prove di taglio dell'ossatura al laser. Un altro progetto in corso; La Grande Hermione.

Con le conoscenze fatte dentro i Musei, dalla Ricerca e dell'archeologia spero di potere portare delle notizie ed altri prodotti per portare il modellismo navale ad un livello superiore per il beneficio delle generazioni di modellisti futuri.

A proposito delle Foto
Sono attratto al modellismo navale per una rappresentazione scenica. Queste scene raccontano la storia della costruzione e mostrano il numero di pezzi necessari per la realizzazione di un'ossatura. Le figurine danno una ottima idea circa la dimensione della struttura.
Vado ad iniziare la costruzione della Gros Ventre con questo spirito. I lavoratori non saranno necessariamente di epoca perché non c'è regola in questo campo, il modello può essere visto in costruzione ai nostri giorni, con per esempio, una gru che alza i travi ed altri pezzi. In quanto alle figurine, di varia natura e principalmente di modellismo ferroviario e giocattoli, li colleziono. Dopo un pò di pratica, diventa molto semplice scaldarli e cambiare la loro posizione. Al bisogno, sono realizzate in pasta da plasmare o terracotta, ciò è più agevole, che scolpirli.


(Non sono il realizzatore delle figurine che appaiono in queste immagini)


Sito internet http://www.dlumberyard.com / (in inglese)

Copyright © 2003-2004 www.magellano.org.
 Tutti i diritti riservati.
Protetto dalle leggi sul copyright, sul diritto d’autore e dai trattati internazionali. 
e-mail: staff@magellano.org