Home
Home
Utenti Registrati
Accesso Utente
Registrazione Utente
Password dimenticata ?
Elenco Iscritti
Navi del Mondo
Elenco

visitatore n.°

online: 35926
Protecteur
 
Nome : Protecteur
click to zoom
Nazionalità : Francia

Anno costruzione : 1760
Cantiere : n.d.
Categoria : n.d.
Propulsione : vela
Altri dati : Tipo: Vascello di seconda classe
Varo: 1760
Lunghezza: m 56,10
Larghezza: m 11,05
Immersione: m 5.95
Dislocamento: t 1600
Armamento prima batteria: 26 cann da 24 libbre; seconda batteria: 28 cannoni da 12 libbre; 10 cannoni da 8 libbre
Equipaggio: 676 uomini

Brevi Note: Ad accompagnare il rappresentante diplomatico francese presso il nuovo governo nordamericano fu una squadra di 12 vascelli, uno dei quali era il Protecteur. La squadra salpò da Tolone il 18 aprile 1778, guidata dal viceammiraglio d'Estaing (il quale aveva servito nell'esercito prima di venir nominato, nel 1763, tenente generale delle armate navali), e iniziò una lunga campagna militare nelle acque delle Antille, con l'appoggio di altri 12 vascelli giunti dalla madre patria. Il 16 luglio 17781a formazione navale francese si scontrò, di fronte all'isola di Granada, con la squadra britannica comandata dall'ammiraglio John Byron, che issava la sua insegna sul Princess Royal da 98 cannoni. Lo storico inglese Callender riferisce: "D'Estaing si proclamò vincitore... Infatti perché Byron gli gettò il guanto di sfida? Per riprendersi Granada? 0 per dimostrare che deteneva il dominio del mare? Se non venne messo in ginocchio non riuscì neppure a metterci l'avversario e in questi casi il perdente è certamente chi attacca". Così infatti fece l'ammiraglio inglese, perdendo, nel tentativo, tre vascelli che furono totalmente disalberati.
II Protecteur era agli ordini del comandante de Grasse- Limermont e, se le ricerche storiche non vanno errate, si dovette probabilmente ai suoi colpi ben centrati il disalberamento della nave inglese Cornwall. Ma gli elementi di giudizio in materia sono sempre molto vaghi e scarsi sono gli indizi che provano che questo vascello abbia effettivamente partecipato alla battaglia di Granada; si potrebbe piuttosto pensare a un suo omonimo da 74 cannoni. In ogni caso nessuno ci vieta di credere che si tratti della stessa unità, modificata nell'armamento successivamente alla data della battaglia di Granada. Sembra, inoltre, che, sempre con il comandante de Grasse-Limermont, abbia combattuto contro gli inglesi nel 1782 nella battaglia della Dominica.
Quel che appare, consultando gli archivi della Marina francese, è che nel XVIII secolo esistette realmente una nave chiamata Protecteur la cui costruzione fu iniziata nel 1757; varata nel 1760, fu messa in disarmo nel 1784.

esci

Copyright © 2003-2021 www.magellano.org.
Tutti i diritti riservati. Disclaimer - Privacy
Protetto dalle leggi sul copyright, sul diritto d’autore e dai trattati internazionali.
e-mail: staff@magellano.org