Home
Home
Utenti Registrati
Accesso Utente
Registrazione Utente
Password dimenticata ?
Elenco Iscritti
Navi del Mondo
Elenco

visitatore n.°

online: 35447
Paranza
 
Nome : Paranza
click to zoom
Nazionalità : Italia

Anno costruzione : secolo XIX°
Cantiere : n.d.
Categoria : n.d.
Propulsione : vela
Altri dati : Il pennone di sopravia è molto lungo a ricordo delle vele latine che le barche delle Marche e dell'Abruzzo usavano ancora nei primi decenni di questo secolo. Al posto della vela latina le paranze adottarono la vela al terzo perché risultava più semplice nelle manovre per cambiare di bordo, più adatta agli scafi di questo tipo, e più economica perché richiedeva un equipaggio meno numeroso, solitamente formato da due persone.
Questo esemplare fu sempre armato al terzo e come tutte le barche di questo tipo ebbe un albero solo.
Le paranze si spingevano per la pesca nell'alto Adriatico e furono ospiti del nostro porto dove si sono avute presenze fino al 1950. La loro prora a petto d'anatra è simile a quella del trabaccolo, ha gli occhi rilevati e sull'asta retroflessa porta una berretta rossa ornata ai lati da due stelle. Solo le proporzioni cambiano: maggior larghezza rispetto alla lunghezza, minore altezza sotto il ponte.
Queste barche spesso venivano tirate in secca sulla costa bassa, e gli uomini che su di esse navigarono ricordano ancora la gran fatica di issare a bordo il profondo e pesante timone quando c'era mare mosso.
Praticavano la pesca con le reti a strascico e prima della diffusione dei divergenti tiravano la rete in coppia, da cui il nome di paranza, cioè di barche che procedevano "a paro".

Brevi Note: Lunghezza: mt. 8,45
Larghezza: mt. 2,92

esci

Copyright © 2003-2021 www.magellano.org.
Tutti i diritti riservati. Disclaimer - Privacy
Protetto dalle leggi sul copyright, sul diritto d’autore e dai trattati internazionali.
e-mail: staff@magellano.org